domenica 7 gennaio 2007

LE 5 GIORNATE LUCIANE DI GENNAIO


AVVISO SACRO: DA MARTEDI 9 A SABATO 13 GENNAIO 2007 IL VENERATO SIMULACRO-RELIQUIARIO ARGENTEO DI SANTA LUCIA SARA' SOLENNEMENTE ESPOSTO NELLA SUA CAPPELLA DEL DUOMO DI SIRACUSA.
GIORNO 9 SI CELEBRA LA FESTA DELLA DEDICAZIONE DEL DUOMO, NELLA CUI OCCASIONE VERRANNO ACCESE LE 12 CANDELE SUI 12 PILASTRI DELLA BASILICA, CHE SIMBOLEGGIANO L'INSEGNAMENTO DEGLI APOSTOLI SU CUI SI FONDA LA CHIESA CATTOLICA.
GIORNO 11 SI CELEBRA LA COMMEMORAZIONE DEL TERREMOTO DEL 1693 IN VAL DI NOTO, EPISODIO LEGATO ALLA STORIA DEL PATROCINIO DI SANTA LUCIA SULLA SUA CITTA' NATALE: IN QUELL'OCCASIONE VERRANNO SOLENNEMENTE OFFICIATI I VESPRI CON IL SUGGESTIVO RITO DELLA COMMEMORAZIONE DEL TERREMOTO.
GIORNO 13 SI CELEBRA LA GIORNATA DELLE RELIQUIE DI SANTA LUCIA, COMMEMORAZIONE DELLE TRASLAZIONI DEL CORPO DI SANTA LUCIA, ALLA FINE DELLA QUALE LA "VARETTA" DELLE RELIQUIE VERRA' PORTATA PROCESSIONALMENTE DALL'ALTARE MAGGIORE ALLA CAPPELLA DELLA SANTA. SECONDO LA TRADIZIONE, LA CONCLUSIONE DELLE CELEBRAZIONI SARA' SCANDITA DALLE NOTE DEL TE DEUM (DA CUI LA POPOLARE DEFINIZIONE DI QUESTA FESTA LUCIANA COME QUELLA DEL "TALLARAMU", CORRUZIONE DIALETTALE DELL'INCIPIT DELL'INNO LATINO: "TE DEUM LAUDAMUS"). IN QUESTA SOLENNE GIORNATA, CHE CONCLUDE I FESTEGGIAMENTI INVERNALI IN ONORE DELLA PATRONA, RICORDIAMO CON GIOIA E COMMOZIONE ANCHE LA PIU' RECENTE TRASLAZIONE DEL CORPO DI LUCIA: LA VISITA GIUBILARE A SIRACUSA NELL'ANNO LUCIANO 2004. VIVA SANTA LUCIA!

6 commenti:

Anonimo ha detto...

E' la prima volta che scrivo in questo blog. Scusate tutti se scrivo in anonimo ma preferirei restare tale perchè sento di dire qualcosa che mi sta a cuore. Non capisco come tutti i siracusani e devoti della Nostra Patrona non protestano alle nuove proposte ecclesiali. La nuova deputazione ha tolto le 5 giornate di esposizione del Simulacro nel mese di gennaio riducendole a due. Credo che sia apportuno che qualcuno ci dia qualche spiegazione. Ho l'impressione che si stia andando verso una direzione di riduzione e di distruzione di tradizione e di festa che parte da chi sta in alto a chi ha sempre ostacolato colui che ha dato tutto (Padre Pippo Caracciolo) e amore per le attività luciane. Difatti è l'unico che ne ha fatto le spese e di brutto. Si sente la mancanza di gente come lui e che ha voglia di dare e fare tutto per Santa Lucia. Siracusani svegliatevi! Non rimpiangete dopo tutto quello che non c'è e non ci sarà più! Vergogna!

Amici di Santa Lucia ha detto...

Carissimo amico, innanzitutto ti diciamo sinceramente e di tutto cuore: GRAZIE! Grazie per questo tuo messaggio, in cui si sente prima di ogni cosa l'amore che nutri verso la nostra meravigliosa Santa Patrona e di conseguenza il vivo interesse a mantenere le plurisecolari tradizioni del culto siracusano in Suo onore. Bravo, Santa Lucia è fiera di devoti così! Detto questo, ti ringraziamo anche per aver messo in luce il ruolo fondamentale che Padre Caracciolo ha avuto per molti anni non solo per quanto riguarda il culto ed i festeggiamenti di Santa Lucia, ma anche per la vita stessa della nostra Cattedrale per tutto l'anno. Tutti i veri siracusani lo sanno. Ne abbiamo parlato anche noi nel post del 14 novembre 2006 (dal titolo: "NEWS: LA NUOVA DEPUTAZIONE"). Concordiamo con te, come del resto con tantissimi siracusani, nel ritenere che Padre Caracciolo merita ogni gesto di gratitudine. Inoltre, giova ricordare che "Santa Lucia" è una realtà troppo importante per Siracusa, e non ci si può permettere di trascurare o annullare certe tradizioni in modo arbitrario e superficiale. Ci auguriamo che questo non avvenga e che la nostra amatissima Santa sia onorata in modo sempre più degno. Alla nuova deputazione rinnoviamo l'augurio di un buon lavoro a questo scopo. Un carissimo saluto e a presto! VIVA SANTA LUCIA

Anonimo ha detto...

Salve. devo denunciare che in molti siamo rimasti molto delusi per il fatto che quest'anno l'esposizione del simulacro non si è fatta tutti e 5 giorni ma solo 2. soprattutto sono mancati degli avvisi e quindi in molti ci siamo partiti dalla borgata fino alla cattedrale e abbiamo trovato la cappella chiusa. non si poteva fare un avviso? e poi perchè c'è stato questo cambiamento? si sono sempre fatti i 5 giorni di festeggiamenti!

mari ha detto...

Purtroppo sto leggendo in ritardo questi mesaggi però voglio dire che la sera del 13 è stata molto bella: mi è piaciuto soprattutto il momento incui è stato cantato l'inno Benedetta sei Lucia da tutti i bambini. è sempre emozionante rievocare l'arrivo a siracusa del corpo di santaLucia! forse si poteva organizare meglio il momento dopo la messa, si poteva fare qualche preghiera o rosario anzichè non fare niente che poi la gente comincia a chiacchierare inutilmente dentro la chiesa fino a quando si chiude la nicchia.

l. m. ha detto...

mi unisco alle giuste osservazioni inserite da quelli che mi hanno preceduto per far notare che il 13 non è stato cantato il TeDeum come invece avevate annunciato nel programma. anche questa è un'antica tradizione ma forse si pensa che alla gente queste cose non interessano più. e questo non è vero. qualcuno in questo sito ha scritto "svegliatevi" ma che cosa dovremmo fare? non siamo noi devoti che possiamo decidere le cose!

Anonimo ha detto...

RISPOSTA A L. M. :

Possiamo protestare, in modo civile, chiedendo a S. E. Mons. Costanzo di rivedere il mandato dato alle persone dell'attuale Deputazione, di riammettere certe tradizioni e soprattutto di riammettere per un aiuto alle loro attività, Mons. Caracciolo.
Lui sa cosa fare! Certe tradizioni si manterranno sempre e nel tempo.
vedrete!